La via degli asini non è una nuova via di Guastalla ma un’attrazione all’interno del programma di Piante e Animali Perduti 2015.
A scanso di equivoci questa nuova denominazione goliardica durerà giusto il tempo di un fine settimana durante il quale l’antica via San Ferdinando nel centro storico, a due passi da piazza della Repubblica, diverrà il piccolo regno degli asini…
Proprio così. A breve distanza dall’area dedicata ai giochi di una volta per i piccoli di oggi i bambini troveranno quello che fin dalle prime edizioni di Piante e Animali Perduti è uno dei più attesi appuntamenti: quello con i somarelli di Massimo Montanari.
Da anni i piccoli visitatori attendono il loro turno per salire in groppa e farsi condurre per le strade da questi bizzarri mezzi di trasporto animale per una esperienza da ricordare per un bel pezzo. In questa edizione il percorso partirà appunto da via San Ferdinando per giungere a piazza martiri Patrioti ma è sulla via di partenza che si concentreranno tutte le attività “asinesche”.
Si terranno animazioni e attività di relazione con questi animali, tutto ciò che permette ai bambini di conoscerli dal vivo e comprenderne il comportamento.
In questo spazio riservato i piccoli visitatori saranno invitati a superare alcuni esercizi in compagnia degli animali: un’esperienza unica.
Massimo Montanari insegnerà tutto ciò che occorre imparare sui suoi beniamini: dalla spazzolatura alle coccole agli asinelli.
E come dimenticare il momento del pasto?
Ebbene a Piante e Animali Perduti si svolgerà un vero e proprio piccolo corso sulla preparazione delle polpette di cereali per nutrire gli animali.
Seguiranno percorsi a ostacoli in cui gli asini dimostreranno quanto bravi possono essere in strada rispettando la sicurezza.
Insomma a Guastalla per due giorni gli asinelli avranno modo di dimostrarci quanto bravi sono e quanto hanno da insegnare a noi umani.