Piante e Animali Perduti è un evento che sa espandersi anche al di fuori del centro storico di Guastalla. Ne è conferma VIVI IL VERDE, una proposta di visita guidata in bicicletta dei dintorni della città gonzaghesca alla scoperta di alcuni angoli verdi interessanti e molto diversi tra loro.

Per chi ama il verde inteso come piante e giardini (in tema con Piante e Animali Perduti ovviamente !) Sabato 23 e Domenica 24 Settembre potrà partecipare, possibilmente previa prenotazione, all’itinerario guidato.

L’evento è a cura dell’IBC (Istituto per i Beni Culturali) dell’Emilia-Romagna, cui il Comune di Guastalla aderisce anche quest’anno con piacere.

Visita di sabato 23 settembre

Il programma si articola su due giorni:

Sabato alle ore 17.00 presso Villa Nobili, appena all’esterno del classico centro storico, l’evento si apre con una visita guidata della villa che ha lontane origini settecentesche nel suo impianto originario, poi modificata e ampliata nello scorso secolo. Oltre alle vicende dello storico edificio chi parteciperà potrà essere introdotto alla conoscenza del parco, anch’esso progettato nel secolo scorso. Tra vialetti, aree aperte, una trentina di essenze arboree e arbustive tra le più varie in connubio con elementi che richiamano rimembranze romantiche, la prof.ssa Elena Rossi dell’istituto Russell di Guastalla illustrerà le caratteristiche vegetali del parco spiegando le caratteristiche di ogni singola specie e le modalità di riconoscimento.

Il pomeriggio si concluderà in bellezza alle 18.00 quando il Corpo Filarmonico “G. Bonafini” di Guastalla si esibirà in un concerto musicale nel cortile antistante la villa.

Ciclotour Vivi il Verde di domenica 24 settembre

Il giorno dopo, Domenica 24, si riparte in bicicletta al pomeriggio con ritrovo alle ore 16.00 sempre presso Villa Nobili per riprendere il ciclotour alla scoperta dei giardini di Guastalla. La visita toccherà quattro diverse  aree verdi, ognuna con elementi di diversità:

Villa Nobili, di cui si è già detto.

Il Parco Remo Benatti, recentemente dedicato a un giovanissimo scout che si è distinto per un gesto eroico salvando il fratellino dall’annegamento nel 1972 sacrificando la propria vita. E’ a lato di Via Sacco e Vanzetti, proprio di fronte al parcheggio Coop ed è la trasformazione in area pubblica con sentieri e panchine di un vecchio vivaio comunale. Oltre a riconoscere alberi di essenze poco comuni, è l’ombra e il fitto intrico a contraddistinguere questo angolo verde che al suo interno riprende quello che secoli addietro era il vialetto rettilineo che conduceva la duchessa di Guastalla al suo preferito giardino delle delizie.

L’Ecoparco Olmo, il località Olmo, all’angolo delle antichissime via Pieve e via Sabbioni a un paio di km dal centro di Guastalla, dove l’ardore di alcuni appassionati ha saputo ricostruire tanti degli elementi vegetali e non della nostra tradizione. Nell’Ecoparco Olmo sono ripresi i temi dell’aia contadina con galline ruspanti e altri animali di corte agricola, come conigli, maialini, capre, oche, anatre ma anche gli elementi fondanti dei parchi presenti nelle ville padronali del territorio di campagna quali la ghiacciaia ricavata sotto una montagnola di terra, visitabile, e tanti spunti architettonici dove la pietra vecchia si sposa con le essenze verdi e il ferro battuto. Il tutto all’interno di un percorso fiorito ricco di spunti  e sorprese ad ogni angolo.

L’Arboreto Pertini, in via Rosario nei pressi dell’ospedale, dove le piante sono ormai di alto fusto perché oggetto di piantumazione di oltre 20 anni addietro mirate a ricostruire, nell’ambito di un percorso pedonale protetto, una rassegna di alberi e arbusti autoctoni, quindi del nostro territorio di pianura.

Qui, presso l’Arboreto Pertini, si concluderà il ciclo di visite di VIVI IL VERDE 2017 con un bel brindisi offerto ai partecipanti. Nell’occasione ci sarà spazio per apprezzare le opere artistiche e letterarie prodotte da un gruppo di giovani dedicate al tema dei parchi, dei giardini e del verde in generale. Sarà anche disponibile la rivista “Radici” curata da Serena Caramaschi e Nicolò Artoni.

Per ognuno dei luoghi verdi sarà presente una guida  appartenente alle associazioni di tutela ambientale di Guastalla, come la Cooperativa Eden, Guastalla Ambiente, gli Scout Agesci di Guastalla, che illustrerà le caratteristiche naturali del giardino e la sua storia.

Il ciclo tour alla scoperta degli angoli verdi di Guastalla non lascia nessuno a piedi, men che meno chi viene durante Piante e Animali Perduti. Infatti  l’amministrazione comunale ha previsto di mettere a disposizione un certo numero le biciclette per l’occasione, a titolo gratuito, ma solo previa prenotazione.

La partecipazione ad entrambi gli eventi è gratuita.

Per info e prenotazioni contattare:
Ufficio Cultura 0522/839761 ufficiocultura@comune.guastalla.re.it

Ufficio Informazioni Turistiche 0522 839763 uit@comune.guastalla.re.it